Translate

giovedì 25 agosto 2016

HAIKU autunno

 
 
filari d’uva
negli occhi di settembre
muore l’estate


Maria Grazia Vai
25agostoduemila16
 


HAIKU estate



pioggia d’estate

-nel mare si disperde


il tuo ricordo


Maria Grazia Vai

sulle note di Café Del Mar " Memories Of The Seas "

https://www.youtube.com/watch?v=PVqIbIMwhJk


sabato 20 agosto 2016

SIMILITUDINI E DISTANZE








Una nube a forma di te
ricopre, quasi fosse inverno
i sassi nel cortile

Nel buio delle pietre
torna l’acqua
E il vento schiude il sogno
come fossi
ancora in te

-e tu, l’approdo
alla vertigine dei miei mattini

Un merlo
mi riporta le distanze
dentro un’eco di silenzi e quiete

Come di antiche risa di bambini a
festa
nel suono di campane
riflesse dentro gli ultimi
giorni di pioggia

Nel buio delle pietre
sei l’aria dentro casa
quella che innalza i miei alberi
al cielo.

Tutti

E muove e ossigena il mio tempo
e libera gli aquiloni
mai legati
-miei di figlia



Maria Grazia Vai
20agostoduemila16
sulle note di Schiller “ Dream Of You “

lunedì 8 agosto 2016

SUR LE CÔTÉ DE LA MER




SUR LE CÔTÉ DE LA MER

Dicembre s’incammina
sui miei fianchi
fra gli orli del mio esserti
conchiglia
e cielo
Non ha più argini il dolore
E c’è soltanto un solco
tra le foglie
Un andirivieni di maree
tornate dagli abissi
dell’inferno
Bianco, più del battito della mia voce
che in te prende vita
E non dimentica l’innesto di terra
che mi hai cucito addosso
E il lutto che divampa sulla bocca
-e muore
tra le parole assenti del Tuo nome
che a labbra strette
in un sussurro d’acqua
mi traduce il cuore



Maria Grazia Vai
8agostoduemila16

" A mia madre, nell’avvicinarsi del giorno in cui tornò a Casa… "



sabato 6 agosto 2016

ESATTAMENTE QUI





Esattamente qui
(In Your Eyes)



Ritorno dove i muri
ci furono giardino e cielo
scolpiti tra le rime
di una stanza senza voce

dove ti ascolto danzare nuovamente
immobile sui ciottoli del mio
cortile
esattamente qui
d o v e  cigolano i pioppi e i fiordalisi esalano
l’ultima luce

L’estate che fa del tuo ricordo
quell’angolo nascosto
nel buio di un rumore
senza fine



maria grazia vai
6agostoduemila16
«sulle note di In Your Eyes di Peter Gabriel»



domenica 17 luglio 2016

BESIDE YOU



"Scegli bene la tua strada" pastello su tela di Carlo Cordua


BESIDE YOU



Scegli bene la tua strada
fissa bene la distanza
tra la linea di un pensiero e
la curiosità incombente

sii l’artiglio di un colore
che si espande a goccia a goccia
lì, dove la mano sfugge
e un battito nel cuore innesca

Ti sorprendano i colori
dei miei passi
l’aura dolce dei tuoi smalti
sulla tela dei miei sbagli
ma ti prego…

sii deciso, non lasciare che la voce
resti chiusa tra le sbarre e la mia bocca
Sii respiro ad irrigare il corpo
e la ragione

fatti inchiostro e cingi forte la mia forma
e non aver paura d’incontrarmi
Sono fatta di radici e carne,
senza te non potrei mai
capire

da che punto del sentiero
nasce il sole


Maria Grazia Vai
16luglioduemila17


Ispirata dai colori di "Scegli bene la tua strada"  
pastello su tela di Carlo Cordua
Sulle note di “ Lines “ Nuages

domenica 26 giugno 2016

NINNA NANNA


  

NINNA NANNA

C’è uno lembo sottile di malinconia
che cresce a dismisura lungo i
fianchi della parola
E silenzioso s’inabissa
e mi riveste della sua schiumosa essenza
 
Da quale profondità saprò -mai
allontanare quel nero pallore
che fluttuava nervoso tra i rovi e
le vene dell’ultimo fiato
 
Come potrò allontanarmi dalla sua lingua spezzata
prima che rauco
si faccia l’addio più poetico
e dolce?
 
L’ inverno che mi colora chi occhi
si fa rumore greve
e stinge la riva di un sogno
disseminando i petali
di una vecchia canzone d’amore
 
l’ultima concessa da quel flebile
sole
che illuminava le croci
sul muro
 
tra un andirivieni di pianti -e gladioli
che adesso, si fa memoria
Oltre le ciglia di un giorno -che morendo
ci serra l’ombra
 
e  -p i a n o, si allontana…

 
maria grazia vai
26giugnoduemila16

domenica 19 giugno 2016

L' ODEUR DU VENT

 
 

 
L'odeur du vent
 
 
 
Un bacio riaffiora
nei miei pensieri lacustri
Come un canto
corona le strade
e torna ad imbiancare
d’organza
le impronte lasciate dai merli
 
Le rose, lo sai -non invecchiano
Fanno intravedere
altissimi sentieri
 
Da qui, dove il cielo si fa
l e n t a m e n t e
vaniglia
 
e tu, -pensiero liquido
sulle labbra sottili di un sogno
 
…dove ti perdo

 


 Maria Grazia Vai
19giugnoduemila16



domenica 12 giugno 2016

La Bellezza dei Sensi & Mia Luna

CARLO CORDUA
MARIA GRAZIA VAI
 

28 maggio 2016


 
 
 

ARTECONI (Vimodrone-MI)
Vernissage LA BELLEZZA DEI SENSI
Presentazione libro MIA LUNA

 
Un bellissimo pomeriggio tra colori e poesia, inchiostri e accenti appena sfumati.

 

 
 
 

 
 
 
 
 
 
L’incontro col Maestro Carlo Cordua e i suoi Alberi dell’Amore. E ancora nuovi amici, e volti e aguardi noti. Il poeta Alessandro Ledda e la dolcissima Daniela.


E poi l’abbraccio tra

“ MIA LUNA “ e “ UN VOLO FANTASTICO “

 
... e se questo non è Amore, dimmelo tu, cos'è...

Ho amato questo dipinto dal primo sguardo; oggi l'ho avuto talmente vicino...ad una spanna di cuore. E a pochi passi, - l'Autore: Carlo Cordua, Maestro di Vita e Colori

 

…e poi l’azzurro di un sorriso che ancora mi colora gli occhi…tutti
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 Reportage di un incontro, che ancora porto addosso...
 
 
 
 
 
Maria Grazia Vai

Vimodrone (MI)
Galleria d’Arte ARTECONI
28maggioduemila16
 
 

mercoledì 1 giugno 2016

E infine l'acqua e le tue rose (VIDEOPOESIA)


poesia tratta dalla silloge


Mia luna

di
Maria Grazia Vai





e infine l’acqua e le Tue rose

 Prigioniero anche tu di questo mare
scompari tutto insieme
alle tempeste della voce

maldestra
disordinata
nel gorgo del tuo sguardo
scendo
un acino per volta

Prima le labbra
le stanze, i giorni e la pioggia
Poi tutte le erbe, le conchiglie,
le ombre
i comignoli accesi
e l’unico fiato sulla mia fronte -china
sulle tue rose d’amore

E infine l’acqua e le tue forme
si fanno inchiostro denso
e vivo
dentro cui -senza grumi e catene,
rinasco ancora

Prigioniera,
nella gola di un bacio senza fine
 E appena accennato

Maria Grazia Vai